skepto

Skepto: Torna il Festival del corto con 80 film e 7 incontri

admin EVENTI, FESTIVAL

La bellezza è negli occhi del pubblico. Sono gli occhi del pubblico, che ritorna protagonista del festival dopo la pandemia, a decorare le piume del pavone simbolo dello Skepto XII. Oltre 80 film da vedere e sette incontri collaterali, il tutto con ingresso gratuito. Tra gli ospiti il regista Mario Piredda e lo sceneggiatore Nicola Guaglianone (qui la locandina con il programma completo). 

Da giovedì 21 aprile a sabato 23 aprile si svolgerà a Cagliari la dodicesima edizione dello Skepto International Film Festival. Per l’edizione della ripartenza, la manifestazione cambia la sua location principale: se il quartiere Marina resta l’anima del Festival, il cuore pulsante si sposta nelle sale M2 e M3 del Teatro Massimo di Cagliari dove sono in programma l’inaugurazione, le proiezioni e la serata finale.

Rimane invariata la formula che ha segnato il successo della manifestazione negli anni: corti di qualità, ospiti importanti e convivialità per tre giornate all’insegna del cinema. Per la prima volta, dopo l’esperienza del festival “virtuale” del 2020, gli eventi collaterali, l’inaugurazione e la premiazione della manifestazione saranno trasmessi anche in Streaming attraverso la pagina Facebook e il canale YouTube del Festival.

L’ESPERIENZA 

“La Fondazione Sardegna Film Commission ha aperto la nuova stagione dei Festival del cinema in Sardegna con il pieno supporto alla edizione 2022 dello Skepto FF, organizzando una serie di eventi di alta formazione professionale dedicati alla scrittura e alla regia, pensati insieme al Centro Nazionale del Cortometraggio e al Torino Short film Market con cui collaboriamo sin dalla sua nascita.” racconta Gianluca Aste, Presidente della Fondazione Sardegna Film Commission. 

“Lo scopo e’ di valorizzare lo sviluppo di nuovi talenti isolani, con grande attenzione all’ecologia e alla Agenda 2030, mettendoli subito in relazione con professionisti e tutor internazionali, che li guidino insieme alla squadra della nostra Film Commission, nel confronto con i mercati internazionali e il pubblico europeo. La nostra vocazione green si espande nella promozione concreta dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, in pieno allienamento con l’agenda Sardegna 2030.”

La collaborazione con il Torino Short film Market si è espressa in particolare tramite il TSFM Word-Frame, un workshop intensivo che ha lo scopo di orientare e guidare otto registi e/o sceneggiatori debuttanti alla realizzazione di un cortometraggio di finzione o ibrido (docu-fiction, documentario creativo, animazione con elementi reali, ecc.). 

“La qualità migliore dei partecipanti di quest’anno” affermano Enrico Vannucci e Massimo D’Orzi, curatori del Word-Frame, “è che non sono egoisti, sono molto altruisti, ognuno lavora su suoi progetti ma la dinamica di gruppo è importante e tutti collaborano sul lavoro degli altri. Bisogna avere le persone giuste per farlo, serve proattività e professionalità, e diciamo che questo gruppo la sta mostrando.” 

“Grazie alla Sardegna Film Commission” continuano i tutor del workshop, “è possibile investire in formazione e ritrovare progetti validi dallo spessore internazionale senza negare lo spunto iniziale da cui provengono e valorizzando ogni loro prospettiva.”

GLI INTERVENTI

L’incontro di presentazione di questa mattina (disponibile integralmente su YouTube a questo indirizzo), introdotto da Riccardo Plaisant, associazione Skepto, ha visto la partecipazione di Carlo Andrea Arba, presidente del Ctm SpA, di Andrea Mura, Sportello Europe Direct RAS, e di Stefano Schirru, direttore artistico di Skepto.

«La novità principale è che siamo tornati – dice Plaisant –. Per quest’anno abbiamo cambiato la sede: nelle due sale del Massimo potremo offrire al nostro pubblico oltre 80 corti tra i migliori prodotti a livello internazionale negli ultimi due anni».

Il ringraziamento principale per la ripartenza del Festival va ai partner storici, a partire dalla Fondazione Sardegna Film Commission, che da anni sostiene Skepto, passando per il Comune di Cagliari, e per Ctm SpA che da diverse edizioni contribuisce alla comunicazione del Festival ma soprattutto garantisce, attraverso il suo servizio di qualità, un accesso rapido, comodo e pulito ai siti di proiezione: «Siamo felici quando la nostra azienda viene associata ad attività culturali, specie se di questo livello – spiega Arba –, perché nella nostra visione, i nostri mezzi devono diventare anche strumento di diffusione della cultura e agevolare cittadini e turisti nella scoperta della città, delle sue bellezze e delle sue attrattive».

Si rinnova inoltre la collaborazione nata nel 2020 con lo sportello Europe Direct della Regione Sardegna con l’obiettivo di promuovere attivamente a livello locale e regionale il dibattito pubblico e l’interesse sull’Unione Europea e le sue politiche anche nel mondo delle produzioni cinematografiche.

«Abbiamo scoperto di avere diversi obiettivi in comune con Skepto – ha spiegato Mura –, dal momento che la manifestazione con i suoi ospiti e i suoi corti riesce a portare a Cagliari un pezzo d’Europa. Quest’anno coglieremo l’occasione dell’incontro di venerdì per parlare della nuova Bauhaus e del programma Europa Creativa dell’Unione Europea».

IL PROGRAMMA

Per la direzione artistica, in chiusura, Stefano Schirru ha presentato il programma del festival 2022: si parte giovedì alle 18 con un’inaugurazione dedicata alla produzione isolana. Sullo schermo la prima cittadina de “L’ultima habanera” di Carlo Licheri, e la premiere assoluta di “Senza te (Without you)” di Sergio Falchi con l’ultima apparizione del compianto Giampaolo Loddo. Gli autori saranno in sala per presentare i loro lavori.

Dalle 21.15 si darà il via alla scorpacciata di Cinema che proseguirà sino a sabato ogni sera a partire dalle 17: sette categorie per oltre 80 corti da tutto il mondo dal satirico al grottesco, passando per l’horror, la sperimentazione e il documentario.

Da segnare in agenda, tra i tanti eventi collaterali, l’incontro con un’eccellenza del nostro territorio, la truccatrice Carla Aledda, professionista con una lunga esperienza che spazia dal cinema alla televisione e collaborazioni con importanti nomi della scena cinematografica nazionale e internazionale.

Come già accennato, in occasione della giornata internazionale della Terra prevista per venerdì 22 aprile, il festival dedicherà un incontro (trasmesso in streaming) alle tematiche dell’Europa, della sostenibilità e della lotta al cambiamento climatico, in collaborazione con lo sportello regionale Europe Direct e l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari.

Sempre venerdì, il regista Mario Piredda e il direttore della fotografia Fabrizio La Palombara saranno invece protagonisti del consueto Matinée scuole assieme ai ragazzi dell’istituto Brotzu di Quartu Sant’Elena, rispettivamente con i due incontri Alla ricerca del fotogramma perfetto: location e regia e Ad ogni scena la sua luce. La fotografia nel cinema

Si rinnovano infine, anche per la dodicesima edizione, gli appuntamenti con il cinema erotico della sezione Fish&Chips, in collaborazione con l’omonimo festival torinese (giovedì alle 23.40), con i corti del Sardinia Queer Short Film Festival, che saranno presentati venerdì alle 16.30 da Michele Pipia, e con gli ormai classici aperitivi cinematografici (venerdì e sabato alle 13).

Per tutte le info e il programma completo www.skepto.net