La Sardegna protagonista a Venezia con i nuovi incentivi 2017 e le sue location mozzafiato

Dopo il successo di “Nausicaa – L’altra Odissea”, il film disegnato di Bepi Vigna presentato come evento di apertura della Settimana della Critica, la Sardegna è stata sotto i riflettori anche con “Italy for Movies” (http://www.italyformovies.it) il portale delle location e degli incentivi alla produzione (realizzato da MIBACT, Italian Film Commissions e Istituto Luce-Cinecittà) che il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha presentato in conferenza stampa.

Il progetto è finalizzato ad accrescere l’attrattività turistica e la visibilità dei territori regionali attraverso la produzione cinematografica e audiovisiva, e ad intercettare un flusso crescente di investimenti dall’estero. La Sardegna è protagonista con un portfolio, in via di ampliamento, di 50 location mozzafiato adatte ad ogni tipologia di prodotto audiovisivo: dal fantasy alla commedia romantica, dal film storico alla fantascienza, frutto di un’attiva collaborazione tra la Fondazione Sardegna Film Commission, i comuni delle location interessate e l’Assessorato Regionale al Turismo.

Sempre in tema di promozione del Cinema “Made in Sardegna” e dell’attrattività dei territori, oggi alle 17.30 la Fondazione presenterà – nella prestigiosa cornice dell’Italian Pavilion – i fondi dedicati all’audiovisivo per il 2017 nell’ambito della conferenza “SARDEGNA – The Sustainable Island”.

Riflettori puntati su “Filming Cagliari” e “Sardegna Ospitalità” ai quali, da quest’anno, si aggiunge il fondo “Filming Olbia”, frutto di un accordo tra la Sardegna Film Commission e il Comune di Olbia. L’evento sarà anche una importante occasione per presentare anche un aggiornamento dei risultati degli incentivi green alle produzioni audiovisive che la Fondazione sostiene e promuove dal 2014.

«Possiamo dire che dopo cinque anni di attività della Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna il comparto audiovisivo isolano è strutturato e competitivo nel mercato nazionale. Solo nel 2016 la film Commission ha assistito oltre 161 produzioni e prendiamo che il 2017 segni un incremento del 30-35% con un rafforzamento delle produzioni internazionali e della serialità TV» sottolinea il Presidente della Sardegna FIlm Commission Antonello Grimaldi.

«È stato un anno di grandi soddisfazioni» commenta Giuseppe Dessena, Assessore regionale alla Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, «dopo i David di Donatello e il Globo d’Oro, il Cinema Sardo e la Sardegna sbarcano a Venezia con Mereu, Vigna e Pau, con altri giovani talenti e le Università Sarde, il tutto a dimostrazione che il combinato disposto legge regionale di settore e l’investimento continuo da parte della Regione è stata una scelta vincente. Un grande in bocca al lupo a tutte le nostre produzioni con l’auspicio che i prossimi giorni possano essere ricchi di ulteriori soddisfazioni, ma con la consapevolezza che il Cinema Sardo ha confermato talento, originalità e grande qualità».