Privacy Policy

Dall’11 al 19 dicembre ritornano online Sardinia Film Festival e UNS|Sardinia Queer Film Expo

Continuano le iniziative online dei Festival “Made in Sardegna” con Sardinia Film Festival e Uno Sguardo Normale|Expo – Sardinia Queer Short Film Festival, che dal 10 al 19 dicembre offriranno al pubblico prime visioni, masterclass e focus tematici dedicati alla cinematografia indipendente e al cortometraggio a tematica queer e LGBT+.

SARDINIA FILM FESTIVAL
10 – 15 dicembre in streaming
Animazioni, fiction e documentari proventi da tutto il mondo per sessanta film selezionati su ben 3155 pervenuti al festival da almeno ottanta nazioni: dal 10 al 15 dicembre ritorna il Sardinia Film Festival con una XV edizione che in tempi di pandemia si presenta giocoforza online, senza tuttavia tradire lo spirito di un festival internazionale che pone al centro i valori del cinema indipendente.

Tre masterclass tenute Andrea Paco Mariani, Marco Antonio Pani e Fiorella Giovannelli Amico, sul piano della formazione daranno compimento a un ricchissimo contesto in particolar modo dedicato ai giovani.  Basti pensare alla presenza in finale di ventitré registi al debuttoventicinque lavori provenienti da scuole di cinema e una folta partecipazione di autrici. L’età media degli autori è ventotto anni. Previo accredito, l’evento potrà essere seguito integralmente a titolo gratuito sul sito www.sardiniafilmfestival.it.

“Sarà come entrare in una sala cinematografica con la programmazione che cambierà ogni 24 ore – assicura il direttore artistico Carlo Dessì –. I gruppi di corti saranno proposti in loop a cadenza giornaliera”.
L’evento organizzato dal Cineclub Sassari gode del partenariato della Regione Autonoma della Sardegna attraverso gli assessorati alla Cultura e al Turismo, della Sardegna Film Commission e come partner tecnici ha la Open DDB (distribuzioni dal basso) e il Cityplex Moderno.

LE TEMATICHE. Le opere sono tutte in prima visione regionale. Trattano tematiche di forte attualità che vanno dalla vita durante il lockdown alla violenza di genere, ai cambiamenti climatici e il revenge porn, l’infibulazione, il razzismo e le migrazioni. Si parlerà di lavoro e di precariato, devianze minorili, disabilità, diritti negati, conflitti sociali e tutela degli animali.
GLI ATTORI. Tra i protagonisti si leggono nomi di spicco del cinema e della fiction italiana che amano mettersi in gioco anche nel cortometraggio. Nomi come quelli di Miriam Leone, Corrado Guzzanti, Ivano Marescotti, Pierpaolo Spollon e Luciana De Falco.
FICTION. Per la sezione Fiction, le opere in concorso sono ventisei (undici italiane). Tra queste trovano spazio “L’Attesa”, sull’angoscia generata dal terrorismo in una Londra dei giorni nostri; “I’m nacked” sul fenomeno tristemente attuale del revenge porn; quindi “Lo Schiacciapensieri” che mette a nudo le problematiche della disabilità. Poi il coreano “Hands and wings, sul problema della vita sessuale nei disabili.
ANIMAZIONE. Le Animazioni in concorso sono ventiquattro (quattro italiane). Tra le più curiose è da segnalare Migrants, in cui due orsi polari costretti all’esilio a causa del riscaldamento globale, incontrano orsi bruni lungo il loro viaggio, con i quali cercano di convivere.
DOCUMENTARIO. Per la sezione Documentario, con “Mamapara” si entra subito nella dimensione della povertà in un luogo remoto del mondo, una città peruviana in cui vive un’analfabeta di origine quechua che vende caramelle da più di vent’anni. “The Bush School” ci porta invece In Liberia, dove la mutilazione genitale femminile è legale e praticata come iniziazione a una società segreta di sole donne. “Los dias che pasan” è un lavoro incentrato sul lockdown, attraverso la visione di un bambino che trascorre il suo tempo in casa.
GIURIE. La Giuria tecnica del festival è formata dalla segretaria di edizione Fiorella Giovannelli Amico, dal regista Marco Antonio Pani e dal distributore cinematografico Andrea Paco Mariani. La Giuria studenti è quindi composta da quindici ragazze e ragazzi degli istituti Liceo Artistico Figari, Agrario Pellegrini e Liceo Margherita di Castelvì di Sassari, coordinati dal professor Stefano Sole.
MASTERCLASS. Alle masterclass si può accedere attraverso la piattaforma Zoom. La prima Masterclass si terrà il 12 dicembre alle 18 sulla “Distribuzione cinematografica indipendente” con Andrea Paco Mariani, co-fondatore della casa di produzione SMK Factory, sia di OpenDDB, la prima piattaforma VOD europea dedicata al cinema indipendente con licenza Creative Commons.
La seconda è in programma per il 13 dicembre alle 18 sulla “Regia nel cinema del reale”, con Marco Antonio Pani, che in Sardegna non ha certo bisogno di presentazioni: sceneggiatore, regista, montatore e aiuto regista, ha svolto una pluriennale e intensa attività di docente di materie cinematografiche in ambito accademico e universitario. Tra i suoi lavori più noti ci sono “Capo e Croce. Le ragioni dei pastori” e “Il maialetto della Nurra”.
La terza masterclass si svolgerà il 14 dicembre alle 18 su “I mestieri del cinema: la segretaria di edizione”, con Fiorella Giovannelli Amico, con una lunga carriera nell’ambiente cinematografico, assistente di Bernardo Bertolucci in L’Ultimo Imperatore (1984) e di Roberto Benigni in “Tu mi turbi” (1983).
Ha ricoperto il ruolo di editor di diversi film tra cui tra cui Lettere al vento, L’amore probabilmente (2001), Rosatigre (2000), ed è stata supervisore di diverse sceneggiature tra cui Il nome del figlio (2014), Il giovane favoloso (2010), Noi credevamo (2001), Sabato italiano (1992). Attualmente è impegnata nella realizzazione di un film di Gianni Amelio e Francesca Archibugi.

IL PROGRAMMA
 

10 DICEMBRE 2020

  • Migrants – Hugo Caby, Antoine Dupriez, Aubin Kubiak, Lucas Lermytte, Zoé Devise – France – 00:08:22 – Animation
  • White Horse – Yujie Xu – United Kingdom – 00:07:00 – Animation
  • ReMake – Béla Klingl Hungary – 00:10:00 – Animation
  • Internal Affairs – David Sick – Germany – 00:02:42 – Animation
  • Nail – Mahdi Barqzadegan – Iran, Islamic Republic of – 00:03:05 – Animation
  • The Bush School (La scuola nella foresta) – Emanuela Zuccalà – Italy – 00:22:54 – Documentary
  • Aguan-Sun Behind the Horizon – Novera Hasan Nikkon – Bangladesh – 00:08:40 – Documentary
  • A cup of coffee with Marilyn – Alessandra Gonnella – Italy – 00:18:14 – Fiction
  • The Hand of the Wind – Pietro F. Pingitore – Italy – 00:15:30 – Fiction
  • I Am Naked – Alexandra Mignien – France – 00:03:00 – Fiction
  • Saba Mohammad Reza Khavari – Iran, Islamic Republic of – 00:13:00 – Fiction
  • Save Me! Mohsen Nabavi – Malaysia – 00:10:00 – Fiction

 

11 DICEMBRE 2020

  • Siderea – Elisa Bonandin, Fiorella Cecchini, Isabel Matta, Carlotta Vacchetti – Italy – 00:06:48 – Animation
  • Buona Giornata Jeremy Krause – United Kingdom – 00:01:19 – Animation
  • Golem – Carlo Puoti – Italy – 00:05:15 – Animation
  • Harry – Markus Eberhard – Switzerland – 00:05:54 – Animation
  • Master of light – Stefan Vogt – Germany – 00:01:40 – Animation
  • Stay Home, Stay Safe, Stay Sane? – Nick Hales – United Kingdom – 00:03:05 – Animation
  • Dajla: Cinema and oblivion – Arturo Duenas Herrero – Spain – 00:15:00 – Documentary
  • Mamapara (Mother Rain) – Alberto Flores Vilca – Peru – 00:17:31 – Documentary
  • Le mosche (The Flies) – Edgardo Pistone – Italy – 00:14:51 – Fiction
  • Tradition – Zhanuzak Mamytov  – Kyrgyzstan – 00:13:09 – Fiction
  • O Mà ! – Vincent Launay-Franceschini – France – 00:24:16 – Fiction
  • Good Morning – Bartosz Kozera – Poland – 00:15:00 – Fiction
  • Stand-In – Anna Maria Ebert, Laura Schinzel – Germany – 00:07:56 – Fiction

 

12 DICEMBRE 2020

  • Tanabata – Eirik Heggen – Norway – 00:09:59 – Animation
  • The first of the Month – Pafo Gallieri – Brasil – 00:05:00 – Animation
  • Water – Cesar Diaz Melendez – Spain – 00:01:30 – Animation
  • Partenopea – Stratos Cotugno – Italy – 00:07:55 – Documentary
  • Manuale di Storie dei Cinema – Stefano D’Antuono, Bruno Ugioli – Italy – 00:21:18 – Documentary
  • Schiavonea – Natalino Zangaro – Italy – 00:15:00 – Fiction
  • They remained silent – Albert Folk – Spain – 00:18:23 – Fiction
  • Black Cherries – Unni Rav, Addi Ajmani – United States – 00:03:28 – Fiction
  • Hunger Katyayan Shivpuri – India – 00:08:26 – Fiction
  • Lo schiacciapensieri (The nutcatcher) – Domenico Modafferi – Italy – 00:13:20 – Fiction
  • Colpevoli – Edoardo Paoli – Italy 00:10:00 – Fiction

 

13 DICEMBRE 2020

  • Dad – Mohamamd Keivanmarz – Iran, Islamic Republic of – 00:07:08 – Animation
  • The DefendAnt – Maria Chiara Ciccarelli – Italy – 00:02:24 – Animation
  • Chasing Stars – Laura Aldofredi – Netherlands – 00:02:21 – Animation
  • The Cycling Wind – Nazanin Sobhansarbandi – Iran, Islamic Republic of – 00:06:00 – Animation
  • Whole – Suchana Saha – India – 00:01:00 – Animation
  • Talamanca – Davide Marino – United Kingdom – 00:22:42 – Documentary
  • Los días que pasan – Antonio Savinelli – Spain – 00:03:00 – Documentary
  • The Factory – Ali Rahimi, Mohammad Amin Sharifi – Iran, Islamic Republic of – 00:01:54 – Fiction
  • Hands and Wings Sungbin Byun – Korea, Republic of – 00:14:58 – Fiction
  • Klod – Giuseppe Marco Albano – Italy – 00:15:00 – Fiction
  • Funeral Shen Kai – China – 00:14:56 – Fiction
  • L’Attesa – Angela Bevilacqua – Italy – 00:23:00 – Fiction

 

14 DICEMBRE 2020

  • Black Lead – Arthur Valter, Robin Delmond, Fanny Lambert, Lino Talfer, Noémie Six, Théo Emsellem – France – 00:06:27 – Animation
  • Wade – Upamanyu Bhattacharyya, Kalp Sanghvi – India – 00:10:38 – Animation
  • 400 Mph – Paul-Eugène Dannaud, Julia Chaix, Lorraine Desserre, Alice Lefort, Natacha Pianeti, Quentin Tireloque – France – 00:04:50 – Animation
  • Apfelmus – Alexander Gratzer – Austria – 00:06:51 – Animation
  • Casus Belli – Marta Marini, Andrea Monnet, Camilla Pannone, Elena Rossi, Francesca Sudano – Italy – 00:06:50 – Animation
  • Microstorie – Anna Coccoli – Italy – 00:15:00 – Documentary
  • Screams in Silence – Victor Hugo Gutierrez Astete – Chile – 00:07:02 – Documentary
  • Stardust – Antonio Andrisani – Italy – 00:14:40 – Fiction
  • La Confessione Benedicta Boccoli – Italy – 00:15:00 – Fiction
  • L’uomo che uccise James Bond – Francesco Guarnori – Italy 00:09:00 – Fiction
  • Eyes of the Sea – Tang Li – China – 00:14:29 – Fiction
  • The last image of father – Stefan Djordjevic – Serbia – 00:20:29 – Fiction

 

14 DICEMBRE 2020

PROCLAMAZIONE VINCITORI

Per partecipare alle masterclass:
Masterclass con Andrea Paco Mariani
12 dicembre 2020 ore 18.00
Entra nella riunione in Zoom
https://us02web.zoom.us/j/88484029485?pwd=c3pIUGdVd0tmNndGQ0RLbENkeTFTZz09
ID riunione: 884 8402 9485
Passcode: 178365
——————————————————————-
Masterclass con Marco Antonio Pani
13 dicembre 2020 ore 18.00
Entra nella riunione in Zoom
https://us02web.zoom.us/j/83411875400?pwd=NHhYbzJjYzhwNGNKUWlTTWkrNjI5QT09
ID riunione: 834 1187 5400

Passcode: 278557
——————————————————————-
Masterclass con Fiorella Giovannelli Amico
14 dicembre   ore 18
Entra nella riunione in Zoom
https://us02web.zoom.us/j/88458305558?pwd=YWQwSzVxS0lqR3VweE1aK2xBc2Fidz09
ID riunione: 884 5830 5558

Passcode: 575155
Facebook
Website
USN|SARDINIA QUEER FILM EXPO 

11 – 19 dicembre in streaming

 
E’ tutto pronto per la diciottesima edizione del Festival del Cimema LGBT+ “USN|Sardinia Queer Film Expo” che prenderà il via venerdì 11 dicembre e proporrà un nutrito programma fino a sabato 19 dicembre.
Come per tantissime altre realtà cinematografiche nazionali e internazionali questa edizione si terrà on- line, adattandosi ad una formula che vedrà il pubblico lontano dalle sale cinematografiche e dai numerosi appuntamenti collaterali che animavano le serate cagliaritane.
Le strade da prendere erano due: rinunciare ad una formula online che avrebbe potuto far perdere qualità all’intero Festival o rilanciare, non abbandonando un presidio culturale come il nostro, offrendolo come sempre gratuitamente e a “domicilio”, andando a percorrere un nuovo cammino.
 
182 i cortometraggi iscritti e giunti da 41 paesi di tutto il mondo.
17 i Paesi rappresentati in concorso: Australia, Bosnia e Erzegovina, Brasile, Canada, Francia, Germania, India, Islanda, Italia, Norvegia, Portorico, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Ungheria.
Il Circolo ARCinema e la Segreteria del Festival hanno così preselezionato 31 corti, per un totale di 6 ore di visione, che saranno ora valutati dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria del Festival: fra questi si nascondono i vincitori dei 2.000 € del Sardinia Queer Award 2020, dei 500 € del Sardinia Queer Audience Award 2020, dei 300 € del Sardinia Queer Student Award 2020 e delle Menzioni Speciali ARC e AGedO 2020!
Oltre ai corti in concorso, durante il Festival saranno trasmessi 6 lungometraggi e si terranno diversi appuntamenti speciali  che vedranno la partecipazione di numerosi ospiti.
Come sempre, ad essere protagonista del Festival, non saranno solo i cortometraggi ma anche il pubblico chiamato a valutare ognuna delle opere in concorso esprimendo un voto da 1 a 10.
Esperti del settore, registi e attivisti del movimento LGBT+ italiano faranno parte della giuria qualificata e chiamata a determinare il vincitore del titolo, e dei 2000 € messi in palio, come miglior corto dell’edizione 2020.
La giuria è così composta:
Jordi Wijnalda – Presidente : regista cinematografico e già vincitore del ARC Special Award 2018 con il cortometraggio “Gilles”.
Cristina Zanetti: fondatrice e anima del Festival Immaginaria – International Film Festival of Lesbians & Other Rebellious Women.
Antonella Zedda: attrice, cantante e attivista, già negli anni ’80, nell’allora Movimento Italiano Transessuale (oggi MIT – Movimento Identità Trans).
Marco Asunis: operatore culturale, organizzatore dei circoli del cinema e Presidente Nazionale della F.I.C.C. – Federazione Italiana dei Circoli del Cinema.
LaTraveNell’Okkio (Antonello Foddis): attore di prosa e teatro per ragazzi con diverse compagnie isolane e tra le più apprezzate drag queen della scena nazionale.
 
Oltre ai cortometraggi in concorso, il programma del Festival, è arricchito da 6 lungometraggi che raccontano storie di oggi come nella commedia brasiliana “Alice Junior” dove, una giovane youtuber trans, ha il suo da fare tra discriminazioni, selfie e filtri per i post di Instagram.
Oppure come in “Hoy partido a las tres” che racconta le vicissitudini di una squadra di calcio femminile e delle sue giocatrici lesbiche.
Ed ancora in “End of century”, una commedia romantica che racconta il viaggio di un ragazzo argentino che, nella Barcellona del 2019, farà un interessante incontro casuale.
Spazio anche alla storia del movimento LGBT+ con tre film che andranno a presentare fatti e personaggi storici come Aldo BraibantiMario Mieli e tutte quelle persone che vivevano la propria omosessualità durante il ventennio fascista.
“Gli anni amari” ripercorrerà la vita di uno dei padri fondatori, e figura molto discussa, del movimento.
Cosi anche in “Il caso Braibanti” indagherà su un torto giudiziario che coinvolse Aldo Braibanti, intellettuale e drammaturgo, in un processo per plagio nei confronti di due ragazzi che, secondo l’accusa, sarebbero stati ridotti in uno stato di “schiavitù mentale”.
Il film sarà inoltre premiato dal VArt – Festival Internazionale di Immagini d’autore e Giovanni Coda, direttore del VArt che, in diverse occasioni, ha avuto modo di frequentare Braibanti e ha voluto riconoscere un alto valore al lavoro dei registi Carmen Giardina e Massimiliano Palmese che hanno saputo ben raccontare questa vicenda.
Il film “i baci rubati” ci restituirà un pezzo di storia di molti omosessuali che hanno vissuto il ventennio fascista.
Un lavoro realizzato con la collaborazione dell’ Istituto Luce e molto importante per conoscere una pagina di storia tenuta nascosta.
Due le novità librarie che verranno presentate in questa edizione.
“Quelle come me: La storia di Splendori e miserie di Madame Royale” di Andrea Meroni è stato protagonista della presentazione fatta il 9 novembre scorso in collaborazione con il CEDAC Sardegna all’interno della manifestazione “Legge_ezza”.
Lunedì 14 dicembre verrà presentato il nuovo lavoro di Porpora Marcasciano che torna in libreria con “Tra le rose e le viole. La storia e le storie di transessuali e travestiti”.
 
Ed ancora due momenti per ricordare altrettante persone che ci hanno lasciato in questo 2020: Valentina Pedicini, regista e già giudice dell’ edizione 2012 di USN e dell’ attivista e amica di ARC Laura Grasso che, nel 2008, ha realizzato un cortometraggio dal titolo Mister Kemp – Dressing Room e che verrà riproposto al pubblico del Festival.
Ogni giorno, alle ore 18.30, sul canale Facebook del Festival e di Arc Cagliari, registi e attori dei film in programma, avranno modo di presentare al pubblico il proprio film, raccontando anche curiosità e aneddoti.
Giovedi 17 dicembre, sempre on line, si terrà una tavola rotonda che vedrà partecipi i direttori artistici delle realtà che hanno creato, insieme a USN|Sardinia Queer Film Expo, il “Coordinamento Festival Cinema LGBTQ”
 
 
Tutti gli eventi e le visioni sono gratuiti, per poter accedere al programma online bisognerà iscriversi consultando l’indirizzo https://festivalonline2020.usnexpo.it .
IL PROGRAMMA

11 /13 dicembre
Dalle ore 20.00 dell’11 dicembre e fino alle 19.59 del 13 dicembre, il pubblico che si è registrato sul sito usnexpo.it, potrà votare tutti i cortometraggi in concorso.
14/18 dicembre
Dalle ore 20.00 dell’14 dicembre, e fino alle 19.59 del 16 dicembre, il pubblico avrà modo di votare i cinque cortometraggi finalisti e decretare il vincitore del Premio del Pubblico e assegnare i 500€ in palio 14 dicembre
Ore 18.30 – (Diretta su Facebook): “Mio sovversivo amore” in ricordo della regista Valentina Pedicini, già giurata di USN|Expo
Ore 19.00 – (Diretta su Facebook): Presentazione del libro “Tra le rose e le viole” di Porpora Marcasciano, direttrice artistica del festival cinematografico “Divergenti” che presenterà, inoltre, il film “Alice Junior”, titolo di apertura del Sardinia Queer Film Expo
Ore 20.00 (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) “Era ieri” – ITA, 13’ – regia Valentina Pedicini “Alice Junior” – BRA – 2019, 87’ – regia Gil Baroni. – Teen movie ambientato nel 2019 in Brasile e che racconta l’adolescenza di una studentessa transgender attraverso i social e le sue storie animate da effetti, luci, colori e immagini glitterate.

15 dicembre
Ore 18.30 (Diretta su Facebook) Presentazione del film “Baci rubati” con la presenza dei registi Gabriella Romano e Fabrizio Laurenti
Ore 20.00  (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) “Baci rubati” – ITA -2020, 50’ -regia Gabriella Romano e Fabrizio Laurenti. Il film racconta gli anni del fascismo in Italia e di come gay e lesbiche vivevano la propria omosessualità e di come era vista dalla società

16 dicembre
Ore 18.30 (Diretta su Facebook) Presentazione del film “Gli anni amari” con la presenza de regista Andrea Adriatico e di alcuni attori del cast
Ore 20.00 (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) “Gli anni amari” – ITA – 2019, 112’ – regia Andrea Adriatico. Un ritratto di Mario Mieli, tra i fondatori del movimento omosessuale italiano, del suo percorso politico e dell’eredità che ci ha lasciato.

17 dicembre
Ore 18.30 – (Diretta su Facebook) “Festival On Line” – Tavola rotonda con gli organizzatori dei Festival del “Coordinamento dei Festival Italiani di Cinema LGBTQ”
Ore 20.00 – (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) “Hoy partido a las 3” – ARG – 2017, 96’ – regia di Clarisa Navas “Las Indomables” attendono con impazienza l’inizio di un torneo di calcio femminile di quartiere. Durante l’attesa succedono eventi di ogni tipo, amore, conflitti, politica e persino una pioggia, inseguono la passione per la quale sono lì: giocare a calcio ad ogni costo

18 dicembre
Ore 18.30 – (Diretta su Facebook) Presentazione del film “il caso Braibanti” con la presenza dei registi Carmen Giardina e Massimiliano Palmese. Interverrà Jo Coda, regista e direttore artistico del VArt – Festival Internazionale di Immagini d’Autore.
Ore 20.00 – (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) “il caso Braibanti” – ITA – 2020, 60’, regia di Carmen Giardina e Massimiliano Palmese Ritratto del partigiano, poeta e drammaturgo Aldo Braibanti, figura importante della comunità LGBT italiana. Un caso ancora discusso ai giorni nostri e avvenuto negli anni della liberazione sessuale.

19 dicembre
Ore 18.30 – (Diretta su Facebook) Finale e premiazione cortometraggi vincitori del Festival
Ore 20.00 – (e disponibile per 24 ore sul sito del Festival) Mister Kemp – Dressing Room – ITA – 2008, 30’, regia Laura Grasso Questo vuole essere un nostro omaggio all’ attivista, compagna e amica Laura Grasso a poche settimane dalla sua scomparsa. Un cortometraggio realizzato da Laura coinvolgendo l’artista Antonello Ottonello considerato da tutti il sosia del coreografo Linsday Kemp. Un incontro inaspettato tra due artisti, un corto di valore. “End of century” – ARG – 2019, 84’, regia Lucio Castro Film drammatico romantico argentino, diretto da Lucio Castro. Interpretato da Juan Barberini nel ruolo di Ocho, un uomo argentino in vacanza a Barcellona, che si ritrova per un incontro sessuale casuale con Javi.

Facebook
Website