La Sardegna è un’isola al centro del Mediterraneo, con una grande varietà di ambientazioni naturali: spiagge lunghissime e bianche, falesie rocciose a strapiombo sul mare, dune di sabbia sconfinate, piccole baie dai colori verdi e azzurri, spazi incontaminati per duemila chilometri di costa, aspri paesaggi montuosi immersi nei colori e nei profumi intensi della macchia mediterranea.
Ma l’isola è nota anche per le numerose testimonianze storiche di antiche civiltà – le domus de janas, le allées couvertes, i circoli megalitici, i dolmen e i menhir, i nuraghi e le tombe di giganti – e vasti insediamenti di archeologia mineraria e industriale. Una terra che per le sue caratteristiche geologiche ha conservato pressoché intatti i monumenti di ogni epoca storica.
In Sardegna sono ancora vitali antiche tradizioni ormai perdute in altre aree del Mediterraneo, sopravvivono feste, solenni riti religiosi, sagre che rendono l’isola una terra affascinante e misteriosa. Con il suo clima mite e temperato, l’intera regione costituisce una sorta di studio cinematografico all’aperto di 24.000 chilometri quadrati utilizzabile 365 giorni l’anno.

 

CITTA’ E BORGHI

Tuili

tipico borgo collinare sardo, è famoso per la chiesa di San Pietro Apostolo in stile gotico-catalano, ma ampiamente rimaneggiato nei secoli. Ospita un famoso retablo cinquecentesco del Maestro di Castelsardo, opera considerata tra le massime espressioni artistiche del Rinascimento in Sardegna. Degna di nota è, poi, la chiesa di Sant'Antonio, che si apre su un piazzale cinto da un loggiato diviso da tramezzi che formano le botteghe per la sagra paesana. In paese sono presenti alcuni hotel e B&B. Location raggiungibile in treno o in vettura.

Seui

Caratteristico borgo di montagna, è particolarmente apprezzato per la natura del suo paesaggio circostante che, con lalternarsi delle stagioni offre sempre uno straordinario spettacolo. Il meglio modo di godere di questo paesaggio è quello di intraprendere il percorso turistico del "trenino verde". Il paese è noto per la collezione d'arte della sua galleria civica, per il carcere spagnolo e per il suo museo dell'arte e della civiltà contadina che ne racconta la sua storia. Particolarmente interessante è la visita alla galleria civica, che propone una collezione di dipinti. E' il centro più importante della Barbagia di Seulo. Vari sono i B&B e gli agriturismi all'interno e nel circondario del borgo. Si consiglia, oltre al suggestivo attraversamento a bordo del trenino verde, il recarsi in vettura.

Orgosolo

Piccolo centro di montagna, Orgosolo è famoso, oltre che per il suo Supramonte, per i suoi "murales" che raccontano la sua storia adornando abitazioni ed edifici in tutto il centro storico. Tantissimi e variopinti, narrano fatti di politica, di vita quotidiana, di cronaca, della sua pastorizia e della sua agricoltura.

Monteleone Rocca Doria

Arroccato su un'altura, il paese di Monteleone Roccadoria apparteneva nel Medioevo alla famiglia genovese dei Doria.I Doria, oltre a costruire Il loro castello facevo costruire attorno al paese robuste mura. Monteleone passò sotto il dominio degli Aragonesi nel 1436. Location raggiungibile in macchina che offre B&B in loco ed Hotel a breve distanza.

La Maddalena

La cittadina si sviluppa sulla costa meridionale dell'isola di La Maddalena, la più estesa dell'arcipelago davanti alle coste galluresi. La Maddalena fu fondata nel 1770 nell'area occupata da un borgo di pescatori, e da quel momento attirò le attenzioni di celebri condottieri per via della sua posizione strategica fra la Sardegna e il continente italiano. Raggiungibile dal porto di Palau in traghetto in 20 minuti.

Gavoi

Centro di montagna, con origini preistoriche. Il territorio, comprende l'area speciale lago di Gusana (bacino artificiale diviso con il comune di Lodine). Il suo centro conserva nel suo nucleo originario diverse abitazioni rustiche con granito a vista e ha una tipica conformazione ad anfiteatro. Facilmente raggiungibile, offre la possibilità di B&B, guest house e hotel affacciati sul lago.

Cagliari

Si tratta di una location attualmente disponibile raggiungibile in macchina, con la possibilità d’uso del territorio e nei dintorni sono presenti strutture ricettive (hotel, bed & breakfast, agriturismo).

Bosa

Si tratta di una location attualmente disponibile raggiungibile a piedi, con la possibilità d’uso del territorio e nei dintorni sono presenti strutture ricettive (hotel, bed & breakfast, agriturismo)

Alghero

Una piccola Barcellona per la sua lingua catalana-maiorchina, la città è circondata da imponenti fortificazioni spagnole. Alghero affacciata sulla "Riviera del Corallo" per le sue spiagge di sabbia finissima, le falesie in cui sono incastonate le celebri "Grotte di Nettuno" e soprattutto per i suoi coralli che vengono finemente lavorati e venduti in centro. La sua cucina (con le pregiate aragoste), la sua pineta che si estende verso Capo Caccia, i suoi tramonti e costumi la rendono una città turistica.

 

MONTAGNE E SITI COLLINARI

Sette fratelli

Di questo parco fanno parte oltre 10.000 ettari di foresta e macchia mediterranea. Affioramenti granitici si stagliano in una delle foreste meglio conservate della Sardegna, da un punto di vista paesaggistico, faunistico e naturalistico. La flora è dominata dal corbezzolo, la fillirea latifoglia, l’erica, il viburno, la ginestra corsa, erbe come il timo e la lavanda, oltre ad oleandri, salici e ontani. L'area è ricca anche di endemismi. Tra la fauna l'animale più significativo numericamente è il cervo sardo ma si possono incontrare anche l’aquila, la martora e la lepre sarda, oltre al cinghiale. Essendo un area totalmente selvaggia e protetta, si consiglia l'uso della macchina fino ai punti in cui partono i trekking, o alternativamente, del fuoristrada per meglio addentrarsi nel parco. Non esistono strutture ricettive in mezzo al parco, ma i paesi limitrofi ospitano diversi Hotel, B&B spesso in prossimità di essi, diversi agriturismi.

Su Pradu

Dall'aspetto aspro ed impervio, questa vallata nella zona di Oliena è particolarmente apprezzata per le sue vette con impotenti falesie calcaree. Questi enormi bastioni rocciosi si alternano a profondi canyon e picchi rocciosi che si stagliano verso il cielo. L'ambiente spoglio e roccioso regala la vista di meravigliosi elementi quali pianori carsici, campi carreggiati, grotte, voragini, guglie e pinnacoli dalle forme più strane. E' necessario essere automuniti e, trattandosi di una zona a bassa densità di popolazione, I B&B ed alberghi più vicini si trovano soprattutto nei paesi limitrofi. L'area offre altresì la possibilità di pernottare in numerosi agriturismi.

Perda Liana

Si tratta di un tacco calcareo monumento naturale facente parte di un'area protetta che si staglia fino ai 1293 m di altitudine e, perciò, visibile a grandi distanze. Alle sue pendici, la vegetazione è dominata dal cisto, dal corbezzolo, dal lentischio e l'erica, e varie erbe aromatiche selvatiche come il timo ed il rosmarino. Anche la fauna è davvero ricca. Le specie animali più comuni sono il cinghiale, il muflone, l'aquila reale, il gatto selvatico, il falco pellegrino, la poiana, lo sparviero, l'astore, il nibbio, il grifone, l'avvoltoio monaco, l'avvoltoio degli agnelli ed il ghiro. Per giungerci, si consiglia l'utilizzo di vettura, mentre i paesi circostanti offrono numerosi B&B oltre che alcuni alberghi e diversi agriturismi.

Campu Oddeu

Si tratta di un altopiano carsico aspro e selvaggio a 950 metri di quota, nel bel mezzo del Parco del Gennargentu che introduce alla secolare lecceta di Campos Bargios e all’antico ovile di Sedda Arbacas, oramai abbandonato. Non lontano si trova un particolarissima Tomba dei Giganti. Il paese più vicino è Urzulei, dove sono presenti numerosi B&B ed agriturismi per le varie escursioni che partono da lì per tutta la zona. E' necessario disporre di una vettura per arrivare al paese e noleggiare un fuoristrada per visitare l'altopiano.

Giara di Gesturi

La riserva naturale della Giara di Gesturi comprende un altopiano basaltico e calcareo, delimitato da pareti scoscese e arricchito da stagni temporanei. Nei boschi del parco si trovano querce da sughero, roverelle, lecci e olivastri. La fama della zona è legata tuttavia ai suoi rarissimi animali, come i soli cavalli selvatici dell'Europa meglio noti come "cavallini della Giara". Nella zona sono presenti diversi B&B ed agriturismi e qualche Hotel nei paesi appartenenti. Per meglio arrivare e godere della zona, si consiglia l'utilizzo di vetture.

Lago Alto Flumendosa

ll lago dell’Alto del Flumendosa è meta privilegiata per i turisti per le lunghe passeggiate, i trekking ed i percorsi in mountain bike, immersi nella natura con il paesaggio e l'ambiente attorno che cambiano infatti di colori e di profumi a seconda del periodo, offrendo sempre un scenario indimenticabile. Tutta l'area non manca di hotel, B&B e agriturismi, spesso caratteristici. Si consiglia l'utilizzo della macchina per raggiungere la zona

Barbagia di Seulo

La Barbagia è un ampio territorio della Sardegna Centrale caratterizzato da una scarsa presenza umana e da ampie gole e alte pareti calcaree. Flora e fauna sono veramente incontaminate e conferiscono alla zona una forte imagine di terra vergine e rigogliosa. Il paese di Seulo, adagiato fra una catena di rilievi e colline alle pendici del monte Perdedu, offre al visitatore numerose attrattive naturalistiche e culturali, tra cui le “Domus de Janas”. La location offre varie soluzioni di pernottamento in B&B, hotel ed agriturismi. Per spostarsi è necessario essere muniti di vettura.

Aritzo

Famosa durante l'epoca della dominazione spagnola in Sardegna per il commercio della neve, Aritzo è uno tra i più elevati paesi sul livello del mare di tutta l'isola. Alcune case presentano ancora la facciata di pietra e i lunghi balconi tradizionali. La Casa degli Arangino (di forme neogotiche) e la cosiddetta ''prigione di Aritzo'', imponente edificio secentesco in pietra sono tra le costruzioni più importanti del paese. Raggiungibile in macchina o bus, Aritzo offre diverse possibilità di alloggio in hotel, B&B e la zona è anche ricca di caratteristici agriturismi.

Valle della Luna

Si tratta di una location molto particolare per i massi granitici bianchi che di notte, grazie alla luce della luna, danno questa sensazione vi paesaggio lunare. Panorami mozzafiato e di grande suggestione impreziosiscono ancor più questo ambiente. Essendo molto vicina ad Alghero, è possibile pernottare in numerosi B&B, agriturismi ed alberghi della zona. Si consiglia di raggiungere questi luoghi in macchina.
ROCCE E AREE SASSOSE

Capo Testa

E' una piccola penisola che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio ed è collegata alla terraferma da uno stretto istmo, lungo il quale si estendono due spiagge. Il promontorio è costituito dalle tipiche rocce granitiche galluresi erose dal vento ed ha un perimetro di circa dieci chilometri. Vicino al capo, vi sono numerosi B&B, hotel, villaggi ed alcuni agriturismi.

Costa Paradiso

L'agglomerato di Costa Paradiso è caratterizzato da ampie coste rocciose, intervallate da calette di sabbia, per lo più accessibili via mare e dalla spiaggia di Li Cossi, raggiungibile a piedi dal villaggio di Costa Paradiso attraverso un sentiero. Lungo e vicino alla costa sono presenti alcuni B&B, hotel, villaggi (aperti solo nella stagione estiva) e agriturismi. Se ne consiglia il raggiungimento in auto.

Cala Mariolu

La bellezza di Cala Mariolu sta nell'essere incastonata tra alte pareti calcaree tali che chiudono una favolosa spiaggia di sassolini bianchi e rosa. Grazie alla natura calcarea dell'area, la cala è ricca di grotte. L'accesso è possibile solo via mare partendo da Cala Gonone o da Santa Maria Navarrese. E' possibile altresì arrivarci a piedi attraverso un lungo trekking da percorrere assolutamente con la guida per via della sua natura aspra.

Capo Malfatano

Visibile dalla strada panoramica Chia- Teulada, il Capo era nel VI secolo a.C. un antico porto Punico dove ancora oggi si possono scorgere i grandi blocchi di arenaria che formavano le banchine ormai sommerse dal mare. Il Capo termina con una promontorio su cui svetta la torre di Malfatano. Nellelocalità di Chia e Teulada si possono trovare numerosi B&B, oltre ad alcuni agriturismi lungo la costa e alcuni hotel/resort di ottimo livello. Da raggiungere in vettura.

La maddalena

Costituito da oltre 60 isole e isolotti di natura granitica e scistosa, l’Arcipelago rappresenta costituisce uno dei paesaggi considerati tra i più suggestivi del mondo per morfologie, paesaggio vegetale, mare e biocenosi marine. La geomorfologia del territorio è caratterizzata da rocce di natura granitica, le cui forme costituiscono veri e propri monumenti naturali. Il parco biomarino è vastissimo ed uno dei più vasti d'Italia.

Cala Goloritzè

Una delle spiagge più conosciute dell'isola, Cala Goloritzé è raggiungibile attraverso due percorsi: uno via terra, l'altro via mare. Via terra è possibile effettuare un percorso di trekking di 2 ore per scendere ed altre 2 per salire dopo aver lasciato in sosta l'automobile nel parcheggio di Su Porteddu. Via mare è possibile arrivare alla cala partendo da Santa Maria Navarrese sia tramite imbarcazioni da diporto turistiche (durante la bella stagione) sia noleggiando dei gommoni. Non I B&B ed alberghi più vicini sono quelli di Baunei (a qualche KM di distanza dalla partenza del trekking) o di Santa Maria Navarrese.

 

SPIAGGE E SPOT SABBIOSI

Scivu

È una spiaggia poco conosciuta e difficile da raggiungere della Costa Verde. Affascinante e suggestiva per via della natura praticamente intatta nella quale è immerso e della mancanza di qualsiasi tipo di insediamento nelle sue vicinanze. E' lunga 3 km con sabbia finissima e dorata, delimitata da alte e scure pareti di arenaria sopra le quali si insedia una fittissima macchia mediterranea. Remota ed isolata, necessita l'uso di vettura per arrivarci. I B&B, hotel e agriturismi più vicini si trovano tra Guspini e Flumini Maggiore, oltre ad altri sparsi lungo la costa.

Porto Sa Ruxi

E' una sorta di baia, caratterizzata da un arenile a tre arcate con sabbia bianca finissima, protetta alle sue spalle da rocce basse e da una fitta macchia mediterranea. All'apparenza incontaminata, il paesaggio si presenta come una cartolina degna delle spiagge più famose della Sardegna. Il mare antistante, di una trasparenza cristallina, ha un colore turchese cangiante, con un fondale sabbioso e basso. Tutta la zona (Villasimius) intorno alla spiaggia è ricca di hotel, B&B, villaggi ed alcuni agriturismi. E' durante l'estate che la maggiorate di queste strutture viaggiano a pieno regime. E' consigliato recarsi sul luogo in vettura.

Porto Pino

Il promontorio omonimo, che raggiunge un’altezza massima di 40 metri, è ricoperto da una vasta pineta spontanea di pino d’Aleppo, presente in Sardegna solo in questa zona e sull’Isola di San Pietro. Al pino d'Aleppo si unisce la quercia spinosa, tipica degli ambienti costieri e anch’essa molto rara nell’isola. Ciò che ne aumenta la bellezza è il sistema di stagni utilizzati per l'itticoltura e la produzione di stagni, dove vivono magnifici fenicotteri rosa. Nell'area sono presenti numerosi B&B, hotel, agriturismi e qualche villaggio. L'utilizzo della vettura è consigliato per meglio recarsi sul luogo.

La pelosa

Le sue spiagge di finissima sabbia bianca sono arricchite da acque con sfumature cromatiche che vanno dal turchese all'azzurro. A nord sono delimitate dalla torre della Pelosa, imponente costruzione seicentesca. Sulla zona si staglia anche l'antica torre saracena detta del Falcone, in roccia granitica, raggiungibile a piedi o con fuoristrada. Il paesaggio tra la spiaggia e le isole antistanti appare come un mondo ricco e vario sopra e sotto il mare. I fondali possiedono dei colori particolari che lo rendono unico nel suo genere. Nella zona sono presenti vari B&B, agriturismi e soprattutto hotel e villaggi di vario livello operativi prevalentemente nella stagione estiva.

Piscinas

La zona di Piscinas digrada lentamente da alcuni rilievi collinari alla linea di costa, passando dalle formazioni rocciose alle famose dune di sabbia. Le dune sono solcate dal rio Piscinas che viene alimentato anche dalle acque provenienti da alcune gallerie delle miniere dismesse, che gli conferiscono un colore rossastro: per questo motivo il rio viene talvolta nominato "fiume Rosso".

Chia

Il territorio, suddiviso nelle località di Chia, propriamente detta, e di Spartivento, è composto da una stretta piana costiera sulla quale insistono le formazioni collinari, prevalentemente rocciose, intervallate da spiagge di sabbia finissima che formano numerose dune divise dalla macchia mediterranea che vi cresce spontaneamente sopra. La vegetazione spontanea, alquanto degradata, è costituita da pascoli, residui di macchia mediterranea termoxerofila, garighe e associazioni vegetali tipiche della flora costiera, come il ginepro. Nella zona sono presenti numerosi alberghi, hotel, B&B e villaggi di alto livello. Se ne consiglia l'arrivo in vettura.

Capo Coda Cavallo

Immerse tra pini, corbezzoli, ginepri, gigli, tamerici, querce da sughero, mirto, lentischio, si trovano delle spiagge di sabbia bianchissima incastonate tra scogli, calette, isolotti e lagune. Zona particolarmente turistica d'estate, ad un'ora di macchina dall'aeroporto di Olbia, è possibile alloggiare in numerosi B&B, hotel e resort.

 

LOCATION STORICHE E CULTURALI

Teatro civico di Cagliari

L'odierno Teatro Civico sorse nel XIX secolo al posto del precedente teatro ligneo, costruito dall'architetto piemontese Saverio Belgrano di Famolasco su commissione del marchese Zapata di Las Plassas, che volle costruirsi un teatro annesso al suo palazzo nel quartiere Castello. Nel 1943, un devastante bombardamento colpì il quartiere di Castello: del teatro rimasero in piedi solo le mura perimetrali, mentre andarono perse per sempre le ricche decorazioni che ornavano la copertura interna e i palchi. Dopo Circa sessant'anni, i lavori di ristrutturazione (che non hanno mirato alla ricreazione originale), ne hanno permesso la riapertura al pubblico. Trovandosi nel capoluogo sardo non è difficile arrivarci con vari mezzi. In termini di strutture ricettive, abbondanti sono le possibilità di B&B ed hotel distanti pochi passi dal teatro.

Santa Sabina

Santa Sabina di Silanus deve il suo fascino non solo all'unicità delle sue forme architettoniche, ma anche alla vicinanza del nuraghe omonimo. Complesso in stile tardo bizantino, fu edificato nell'ix secolo. Nella vicina Silanus sono presenti alcuni B&B ed agriturismi. Se ne consiglia il raggiungimento in vettura

Ponte Ezzu

Ponte Romano del I secolo a. C., ha subito forti restauri in tarda epoca imperiale (III-IV secolo d. C.) e poi in epoca medioevale. Ancora fino a pochi decenni fa, questo ponte consentiva anche agli automezzi di attraversare il Rio Mannu in prossimità di quello che fu il villaggio nuragico, romano e infine medievale in località Sa Mandra 'e sa Jua (nel quartiere satellite di San Nicola, quartiere posto a circa 1 km dal ponte). Nel paese di Ozieri sono presenti B&B, hotel ed agriturismi. Da raggiungere in vettura.

Nebida

Frazione di Iglesias con meno di 1000 abitanti era, dal 1614 sino agli anni '80 del secolo scorso, importante centro minerario. Oggi ha uno straordinario belvedere a strapiombo su spiagge e faraglioni.

Ingurtosu

Oggi è un villaggio semidiroccato e quasi deserto ma in passato, quando fu abitato fino alla fine degli anni sessanta, era arrivato a ospitare quasi cinquemila persone, fungendo da centro direzionale della miniera di Ingurtosu e di quella vicina di Gennamari, che facevano parte entrambi del complesso minerario chiamato filone di Montevecchio, dal quale si estraevano piombo, zinco e argento. Raggiungibile in vettura, non dispone di strutture ricettive. Tuttavia hotel, B&B ed agriturismi sono comunque presenti nel vicino Arbus, oltre che sulla costa.

Fordongianus

Situato sulla sponda sinistra della valle del Tirso, sorge sui resti dell'antica sede fortificata di Forum Traiani. Il paese è noto per la presenza di un complesso termale di età romana risalente al I sec. d. C.. Il paese è conosciuto, inoltre, per le cave di trachite rossa. E' possibile raggiungerla in macchina ed, oltre al centro termale con la spa, sono presenti altri hotel, B&B ed agriturismi.

Castelsardo

Castelsardo è una delle cittadine più pittoresche in Sardegna, soprattutto per via del suo centro storico, arroccato su un promontorio a picco sul mare. Roccaforte difensiva edificato dai genovesi nel XIV secolo, rimase a lungo punto strategico di controllo non solo del territorio ma anche delle rotte marittime che passavano per la Sardegna. Si tratta di una location attualmente disponibile raggiungibile in macchina, con la possibilità d’uso del territorio e nei dintorni sono presenti strutture ricettive (hotel, bed & breakfast, agriturismo).