Video Partecipativo Sardegna – “Convegno Stile Lìberos: La cultura degli altri” – Cagliari, 5-6 novembre, Teatro Massimo

 

Sabato 5 e domenica 6 novembre al Teatro Massimo di Cagliari, il Convegno Stile Lìberos: “La cultura degli altri – La cultura come antidoto alla xenofobia”, organizzato dall’associazione Liberos all’interno della quarta edizione del festival Éntula, ospita la presentazione del progetto Video Partecipativo Sardegna, promosso e realizzato dall’associazione culturale 4CaniperStrada, con il contributo della Regione Sardegna e la collaborazione dell’Archivio Memorie Migranti e Zalab.

Il progetto Video Partecipativo Sardegna è una ricerca audiovisiva sui nuovi linguaggi del cinema partecipato, la prima in Sardegna, i cui risultati sono contenuti nel sito web dedicato www.videopartecipativosardegna.net. Il progetto ha mostrato le grandi potenzialità dell’uso degli strumenti audiovisivi quale mezzo per una comunicazione sociale, una metodologia che parte dal basso che ha coinvolto giovani, studenti e migranti, per restituire un ruolo attivo a soggetti che vivono nella marginalità attraverso un percorso creativo di espressione ed auto-rappresentazione, con il fine di raccontare storie di vita e sguardi inediti dalla Sardegna contemporanea.

Sabato 5 alle ore 16, Gabriel Tzeggai (ricercatore del progetto Video Partecipativo Sardegna e membro dell’Archivio Memorie Migranti), conduce l’incontro “L’Europa inizia da lontano”, mentre domenica mattina alle 11,30 Stefania Muresu (Associazione Culturale 4Caniperstrada), presenterà il progetto Video Partecipativo Sardegna all’incontro “Sardegna oltre i confini”, con la proiezione del corto documentario “Oltre i miei Confini”.

Durante il convegno verrà proiettato in loop nella Sala M3 dal pomeriggio di sabato, “Nako -La Terra” (ITA, 30′, 2016), una produzione di Video Partecipativo Sardegna e Associazione Culturale 4Caniperstrada.  Il documentario partecipato è stato realizzato con un gruppo di rifugiati e richiedenti asilo ospiti di un centro di accoglienza a Sarule (NU): le immagini e le voci dei protagonisti ci collegano ad altri paesi e ad altre persone invisibili, alle famiglie bisognose di aiuto, ai figli con cui ci si vuole ricongiungere. Viviamo la loro nostalgia, la sofferenza di una quotidianità caratterizzata da incertezza, sono espressioni della propria identità, del proprio patrimonio culturale e testimonianze di violenze vissute.  Parlando delle proprie storie personali, i protagonisti di Nako ci offrono le biografie di tutti i migranti contemporanei.

stileliberos2016_invito

LINK:
https://www.facebook.com/events/929308150508841/
http://liberos.it/eventi/convegno-stile-liberos-la-cultura-degli-altri/1673

VIDEO PARTECIPATIVO SARDEGNA è una raccolta di storie, incontri, laboratori e sguardi inediti sulla realtà, raccontata a più voci attraverso il linguaggio del cinema partecipato.
http://videopartecipativosardegna.net/