Parte la XII edizione del Sardinia Film Festival: dal 26 giugno al 1 luglio a Lo Quarter di Alghero all’insegna di proiezioni, master class, presentazioni di libri e tanto altro

Prende il via lunedì (26 giugno) la XII edizione del Sardinia Film Festival, il premio internazionale del cortometraggio organizzato dal Cineclub Sassari Ficc in collaborazione con il Comune di Alghero, la Fondazione Sardegna Film Commission e la Fondazione Meta, con media-partner i Diari di Cineclub.

Sei giornate di appuntamenti tra proiezioni, master class, reading musicali, aperitivi con gli autori, presentazioni di libri e la presenza di tre grandi nomi come Béla Tarr, Giuseppe Lanci e Gianluca Arcopinto.

Lunedì si inizia alle 20.30 con l’introduzione musicale “Note di Cinema”, a cura di Emo Trio. Alle 21, il pubblico potrà assistere alla proiezione delle opere fuori concorso provenienti dai festival di Edimburgo e Schull (Cork), alla presenza dei rappresentanti di queste due importanti manifestazioni internazionali, partner del Sardinia. Alle 22.30 sarà il momento del reading musicale “Cinema in Poesia”, a cura dell’associazione “Progetto Ottobre in Poesia” e, alle 23 saranno proiettate le opere in concorso per la sezione scuola.

Martedì 27 giugno, alle 18 si terrà la prima master class sulla produzione cinematografica con Gianluca Arcopinto che alle 20 presenterà’ il suo libro “Un fiume in piena, storie di un’altra Scampia”, assieme a Marco Navone. Le proiezioni dei documentari in concorso si terranno alle 21.

Mercoledì 28, alle 18 un altro interessante appuntamento con la master class sulla “Direzione della fotografia” a cura di Giuseppe Lanci del Centro sperimentale di cinematografia di Roma, accompagnato dalla moderazione di Mariangela Bruno della Sardegna Film Commission. A seguire il Maestro presenterà il volume “La luce come emozione”, assieme all’autrice Monica Pollini per poi lasciare spazio, dalle 21, alle proiezioni dei cortometraggi in concorso.

Giovedì 29 il momento tanto atteso: il regista Béla Tarr arriverà ad Alghero per ritirare il premio alla carriera. Alle 10.30 l’autore ungherese incontrerà i giornalisti e si renderà disponibile a rispondere alle loro domande. Alle 18 Béla Tarr terrà la master class sulla regia affiancato da Roberto Chiesi, direttore del Centro studi Pasolini di Bologna. Dalle 21.30 saranno proiettate due opere del maestro, il cortometraggio “Pròlogus” e il film “Le Armonie di Werckmeister”.

Il 30 giugno si inizia alle 20.30 con l’introduzione musicale “Note di cinema” a cura di Emo Quartet  e dalle 21 seguono le proiezioni delle opere in gara.

Il 1 luglio, in occasione della serata conclusiva, verranno proclamati i vincitori della XII Edizione del Sardinia Film Festival per le sezioni Fiction Italiana, Fiction Internazionale, Documentario internazionale e Vetrina Sardegna. Sarà inoltre assegnata la medaglia della Presidenza del Senato, il premio FICC, Diari di Cineclub e della Giura Ristretta. L’appuntamento algherese del festival si concluderà sulle note dell’Emo Jazz Band a partire dalle 23.30.