La Sardegna Film Commission è stata presente alla 70′ edizione del Festival di Cannes con un fitto calendario di eventi

La Fondazione Sardegna Film Commission della Regione Autonoma della Sardegna ha presentato un fitto calendario di appuntamenti ed eventi di promozione del cinema “Made in Sardegna” al Marché du Film di Cannes, nella prestigiosa cornice dell’Italian Pavilion insieme a Istituto Luce Cinecittà e alle altre Film Commission italiane membre di IFC (associazione nazionale delle film commission).

Venerdì 19 maggio, in collaborazione con Cine Regio (il network europeo dei fondi regionali per il cinema e l’audiovisivo) e con la testata internazionale “Green Film Shooting”, la Sardegna Film Commission è stata protagonista della conferenza “Sustainability First: Greening the Film Industry from development to post-production”, dedicata alla sostenibilità della filiera audiovisiva europea (tema sul quale la Sardegna Film Commission è stata pioniera in Italia sin dal 2014) con l’intervento della direttrice della Sardegna Film Commission Nevina Satta insieme alla produttrice Marta Donzelli (Vivo Film) per il film Figlia mia, che ha raccontato della scelta di girare in Sardegna il lungometraggio della pluripremiata Laura Bispuri interpretato da Valeria Golino e Alba Rohrwacher, secondo le linee guida del Sardegna Green Film Shooting, il protocollo sostenibile elaborato dalla Fondazione per azzerare l’impatto ambientale dei set nei territori. Il film, molto atteso da pubblico e critica, è sostenuto dai fondi della Legge Cinema regionale nonchè beneficiario del supporto creativo e dell’assistenza logistica (casting e location scouting) della Sardegna Film Commission.

«Figlia mia sarà il primo film ufficialmente “green” prodotto dalla Vivo Film» ha dichiarato la Donzelli «Molti dei nostri film precedenti erano già sostenibili in maniera intuitiva e non strutturata, ne siamo molto orgogliosi e ringraziamo la Sardegna Film Commission per averci accompagnato in questo percorso con l’applicazione del protocollo green dell’isola. Andare verso la sostenibilità è ormai un passaggio necessario e non rinviabile da un punto di vista etico ma anche economicamente vantaggioso per le produzioni.»

Durante l’incontro è stata inoltre finalizzata l’allenza con Ecoprod (il collettivo francese composto da ADEME, AUDIENS, Commission du Film d’Île de France, DIRECCTE IDF, France Télévisions, il Ministero della Cultura et la Televisione pubblicaTF1) e con Film London, con la promessa di rafforzare le condivisioni dei rispettivi protocolli Green nelle co-produzioni Sardegna-Francia-Inghilterra.

Lunedì 22 Maggio è stato presentato nell’ambito delle attività stampa dell’Italian Pavilion il programma 2017 del Figari Film Festival, che si svilupperà tra Olbia e Golfo Aranci con la nascita di un nuovo progetto: l’Olbia Film Network, un luogo di incontro tra produttori, registi, buyer e distributori internazionali.

Giovedì 25 maggio è stato presentato al Cannes Short Film Corner 2017, il corto di animazione Strollica per la regia di Peter Marcias con i disegni di Riccardo Atzeni, prodotto dalla Sardegna Film Commission con Capetown nell’ambito del progetto Heroes 20.20.20. (format sulla sostenibilità ideato dalla Fondazione con fondi europei).

L’animazione “Made in Sardegna” è stata presente a Cannes anche con Nausicaa l’altra Odissea, l’ultimo lavoro del noto sceneggiatore e autore Bepi Vigna prodotto da Zena Film, a testimonianza di un settore, quello dell’illustrazione, da sempre forte in Sardegna ma che vive oggi una interessante evoluzione verso nuove forme di fruizione.

Nell’attività quotidiana al Marché, la delegazione della Film Commission è stata impegnata nella valorizzazione delle produzioni dei talents sardi presentando i progetti in sviluppo, produzione e post produzione in Sardegna presenti nel catalogo realizzato appositamente per l’edizione 2017 del Festival, tra i quali, i progetti di Paolo Zucca, Monica Dovarch, Alberto Diana, Antonello Murgia, Paola Sini, Gianluca Medas, Francesca Lixi, Graziano Chiscuzzu e Gianfranco Cabiddu, reduce dai successi del tour americano de La Stoffa dei sogni (premiato allo Houston Film Festival e al Washington Film Festival). A sales agent e distributori sono stati invece presentati: Nel mondo grande e terribile di Daniele Maggioni, Maria Grazia Perria e Laura Perini, Lunadigas di Marilisa Piga e Nicoletta Nesler e Chi salverà le rose? di Cesare Furesi.

Prosegue inoltre l’impegno della fondazione per la parità di genere nel settore del cinema e dell’audiovisivo, che ha partecipato al “Diversity Day: Women in Formation Short Film Showcase” (con la delegazione Women in Film & Audiovisual – Sardegna).