Appuntamento con Marco Bellocchio per venerdì 18 settembre: alle 18,30

Uno dei più grandi registi del nostro cinema e uno dei più grandi compositori internazionali saranno in città all’interno del programma di Cagliari – Capitale Italiana della Cultura 2015.

L’appuntamento con Marco Bellocchio è per venerdì 18 settembre: alle 18,30 parteciperà ai Giardini pubblici alla presentazione del catalogo della mostra Il di/segno del cinema; e alle 21 incontrerà il pubblico, al cinema Odissea di viale Trieste, per presentare Sangue del mio sangue, film in concorso all’ultima mostra di Venezia.
Ma ad aprire questi cinque giorni di grande cinema sarà giovedì 17 settembre il regista Stefano Odoardi, che sempre alle 21 e sempre all’Odissea presenta il suo Mancanza-Inferno.

Le grandi mostre – Inserita nel ricco programma di eventi di Cagliari – Capitale Italiana della Cultura 2015, e realizzata in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, la mostra Il di/segno del cinema, dopo il grande successo dell’estate, viene prorogata fino al 18 ottobre.
La mostra espone le opere di quattordici maestri del cinema italiano disegni, dipinti, appunti visivi e fotografie, che testimoniano il percorso creativo che ha accompagnato l’ideazione e la realizzazione dei loro film. Le opere sono quelle di Marco Bellocchio, Giovanni Columbu, Alberto Fasulo, Michelangelo Frammartino, Matteo Garrone (con i disegni realizzati dagli effettisti di Makinarium), Carlo S. Hintermann, Pietro Marcello, Mario Martone, Maurizio Nichetti, Stefano Odoardi, Enrico Pau, Franco Piavoli, Ettore Scola, Paolo e Vittorio Taviani (con i costumi e i relativi disegni realizzati da Lina Nerli Taviani).

A raccontarla il catalogo che sarà presentato venerdì 18 settembre, alle ore 18.30, ai Giardini pubblici. Alla presenza di Massimo Zedda e Enrica Puggioni, partecipano Marco Bellocchio, reduce dall’ultimo Festival del Cinema di Venezia, Giovanni Columbu, Anna Maria Montaldo, Giona A. Nazzaro, Nevina Satta. Il catalogo, curato da Anna Maria Montaldo e Giona A. Nazzaro e pubblicato da Silvana Editoriale, raccoglie i contributi critici di Chicca Bergonzi, Andrea Bruni, Massimo Causo, Mariella Cruciani, Cecilia Ermini, Daniele Dottorini, Beatrice Fiorentino, Gemma Lanzo, Anton Giulio Mancino, Domenico Monetti, Anna Maria Montaldo, Giona A. Nazzaro, Daniela Persico, Cristina Piccino, Bruno Roberti, Piero Spila, Bruno Torri che raccontano i diversi approcci che sottintendono il lavoro, il tempo dell’immaginazione prima o dopo il set e il montaggio, così come i percorsi che possono scaturire da un sogno o un’intuizione.
Un percorso articolato e affascinante che, a partire dal progetto espositivo si è svilppato con una lunga e appassionante rassegna cinematografica che ha presentato alcune delle opere filmiche più significative degli autori invitati, molti dei quali hanno partecipato alla proiezione e incontrato il pubblico. Questa settimana gli ultimi due appuntamenti al Cinema Odissea.
Giovedì 17 settembre, alle ore 21.00, Giona A. Nazzaro e Stefano Odoardi presentano Mancanza-Inferno di Stefano Odoardi, il film, girato a L’Aquila, la città distrutta dal terremoto del 2009 e non ancora ricostruita. con un approccio visionario, è il primo capitolo di una trilogia che comprende gli episodi sul Paradiso e Purgatorio.
Venerdì 18 ottobre, alle ore 21.00, sarà la volta di Marco Bellocchio che incontrerà il pubblico per la presentazione del suo film, in concorso all’ultima mostra di Venezia, Sangue del mio sangue, un film che affronta la Storia e (ancora una volta) la biografia del suo autore attraverso una declinazione libera, ambientato in una realtà indeterminata, in cui fluttuano situazioni contemporanee e squarci antichi resi anonimi dalla ambientazione notturna.

Guarda il comunicato completo

Lascia un commento